Edizione 2016
Venerdì e domenica oltre mille concorrenti in gara
mercoledì 13 luglio 2016

Sta per scoccare l’ora della 19ª Dolomites SkyRace, una delle gare simbolo di corsa in quota in Italia e nel mondo, inserita anche quest’anno nel circuito più importante in assoluto, ovvero le Skyrunner® World Series. Tre giorni di competizioni da venerdì a domenica con in gara, complessivamente, circa 1.100 atleti provenienti da ben 26 nazioni.
Si inizia venerdì 15 luglio con il Dolomites Vertical Kilometer®, la gara di sola salita da Alba di Canazei a Crepa Neigra, quindi sabato pomeriggio spazio alla Mini Dolomites SkyRace e domenica alla prova regina, la Dolomites Skyrace di 22 km, con i passaggi a Forcella Pordoi, Piz Boè e Val Lasties, che hanno fatto conoscere ed apprezzare la competizione in tutto il mondo.
Venendo ai possibili protagonisti ci saranno i due recordman del Vertical, ma non i due primatisti della gara lunga, tuttavia il lotto dei partenti è di assoluto livello, essendo una competizione valida per il circuito mondiale. Partendo dal Vertical di venerdì si ripeterà la sfida di dodici mesi fa fra il vincitore Philip Götsch e Urban Zemmer, con il forte colombiano Saul Padua Rodriguez, lo sloveno Nejc Kuhar, Marco Moletto, Nadir Maguet, Nicola Pedergnana e Remì Bonnet pronti a rompere loro le uova nel paniere. Fra le ragazze ci sarà la primatista Laura Orguè Vila, ma occhio a Francesca Rossi, Maite Maiora, Yngvild Kaspersen e Johanna Erikson.
Passando alla prova lunga, confermata la presenza del trionfatore di dodici mesi fa Tadei Pivk, che aveva costruito la propria vittoria nel tratto in discesa. Domenica dovrà guardarsi da Manuel Merillas Moledo, dallo stesso Saul Padua Rodriguez, dal fiemmese Christian Varesco, dal valdostano Nadir Maguet, da Micha Steiner, da Garcia Gil, da Miguel Caballero Ortega, da Gispert Hernandez, da Alexisw Sevennec, da Martin Anthamatten, mentre è ancora in dubbio la presenza del forte svizzero Pascal Egli.
In campo femminile è in grande forma Yngvild Kaspersen, ma anche Laura Orguè Vila, Maite Maiora ed Elisa Desco. Come sempre, però, alla Dolomites Skyrace non mancheranno le sorprese, viste le variabili dello stato di forma e del tracciato particolarmente impegnativo.
Le previsioni meteorologiche annunciano bel tempo per le tre giornate di gara dopo la pioggia dei giorni scorsi. Si inizierà giovedì 14 luglio con il briefing tecnico alle 18,30 a Canazei, quindi alle 21 spazio alla cerimonia di apertura con la presentazione del Dolomites Vertical Kilometer in piazza Marconi a Canazei. Venerdì alle 9,30 partenza scaglionata della prova di sola salita in località Ciasates ad Alba, con i big che prenderanno il via alle 11. Alle 14,30 le premiazioni nel padiglione presso il parcheggio degli impianti Belvedere di Canazei e alle 21 serata di intrattenimento in piazza Marconi.
Il sabato sarà dedicato alla Mini Dolomites Skyrace, riservata ai giovani runner under 17 divisi in tre categorie su un percorso nei dintorni di Canazei (start alle ore 15). Briefing alle 18.30 e serata di presentazione della Dolomites Skyrace alle 21 in piazza Marconi, con la presenza dei quattro medagliati olimpici di fondo di Torino 2006, Giorgio Di Centa, Cristian Zorzi, Fulvio Valbusa e Pietro Piller Cottrer, presenti sia alla gara mini sia nel panni di starter domenica mattina. La partenza è prevista per le ore 8,30 da Piazza Marconi e arrivo del primo concorrente dopo circa 2 ore. Seguiranno le premiazioni.
Una delle novità di questa edizione è la possibilità di assistere alle gare in quota. Sia per il Vertical, accedendo a Crepa Neigra con la Funivia Ciampac, sia domenica mattina con l’apertura straordinaria della Funivia Sass Pordoi dalle 7,30, che consente di raggiungere rapidamente sia Forcella Pordoi, sia, salendo ancora, il Piz Boè. Tutte le informazioni si trovano sul rinnovato sito internet www.dolomiteskyrace.com.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.