Edizione 2017
Fra gli iscritti anche il due volte vincitore Tadei Pivk
domenica 9 luglio 2017

Il due volte vincitore Tadei Pivk
Il due volte vincitore Tadei Pivk

Per l’edizione del ventennale della Dolomites Skyrace gli organizzatori hanno messo in cantiere una serie di novità importanti. A partire dalle giornate di gara, variate rispetto al programma tradizionale. Le competizioni, valide per le Skyrunner® World Series, andranno infatti in scena venerdì 21 luglio con il Dolomites Vertical Kilometer, la sfida di sola ascesa da Alba di Canazei allo Spiz di Crepa Neigra per uno sviluppo i 2400 metri e 1015 metri di dislivello, quindi la gara lunga verrà anticipato al sabato 22 luglio anziché la domenica ed avrà una significativa variante iniziale del percorso, per ricordare il fondatore di questo evento, Diego Perathoner. Il tracciato quest’anno misurerà infatti 23,5 km e 1950 metri di dislivello e vedrà gli atleti salire verso Passo Pordoi più ad est, transitando proprio sulla pista da sci Diego. Proprio sul tratto che si sviluppa sulla pista è previsto un cronometraggio con una graduatoria ad hoc e riservato agli atleti dal pettorale 101 in poi, quindi non i big, con in palio un premio speciale. E al termine della gara festeggiamenti per il ventennale in piazza Marconi a Canazei con presenti i vincitori delle passate edizioni e tante iniziative serali.
Nel lungo week-end sono dunque attesi in Val di Fassa oltre 1.000 corridori del cielo, che si affronteranno nelle due competizioni. Oltre ai 750 già iscritti dopo pochi giorni dall’apertura delle procedure a febbraio, non mancheranno i protagonisti che lottano per le posizioni di vertice della classifica. Le Federazioni nazionali e i team stanno inviando le adesioni al comitato organizzatore. A partire dal team La Sportiva, azienda da sempre partner della manifestazione, che punterà al bersaglio grosso con atleti di calibro assoluto. Primo della lista proprio il vincitore delle ultime due edizioni, il friulano Tadei Pivk, che da quest'anno veste i colori gialloneri del team di Ziano di Fiemme. Interessante la presenza per la gara vertical, dove è iscritto anche Urban Zemmer, lo sloveno Nejc Kuhar, Luka Kovacic, Nicola Pedergnana, Hannes Perkmann e Patrick Facchini. Nella gara lunga gli atleti di spicco del Team La Sportiva sono il francese William Bon Mardion, il valdostano Nadi Maguet, il piemontese Paolo Bert, il fiemmese Christian Varesco, ed ancora Filippo Beccari, Marco Moletto, Martin Stofner e al femminile Axelle Mollaret, Lara Mustat, Francesca Rossi, Beatrice Deflorian, Lisa Buzzoni, Chiara Gianola e la norvegese Stine Haustreis.
Nei prossimi giorni verranno regolarizzate anche le iscrizioni degli atleti di altre federazioni e dei team Crazy Idea, azienda che appare fra i sostenitori della manifestazione fassana, e del team Salomon.
Ci sono dunque tutte le premesse per un’edizione che rimarrà nella storia e che ogni ano riesce a richiamare atleti provenienti da oltre 23 nazioni, attratti dalla bellezza di Passo Pordoi, Forcella Pordoi, del Piz Boè (il punto più alto della gara), nonché la spettacolare e impegnativa discesa della Val Lasties.
L’evento, come tutti gli anni, avrà anche una significativa copertura mediatica con due importanti novità. La prima riguarda la diretta streaming sul canale You Tube "TDS Live” con ben 8 telecamere disposte sul percorso, visibile anche dal sito internet www.dolomiteskyrace.com, mentre la seconda riguarda la diffusione internazionale dell’evento su una piattaforma europea dedicata agli sport outdoor sulle principali emittenti nazionali.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.